Unità didattiche

Un'intera lezione pianificata intorno ad un testo.

Conversazione

Materiale da usare come spunto per una lezione di conversazione.

Giochi

Giochi didattici per praticare la lingua divertendosi.

Recensioni e raccolte

Recensioni e altri materiali utili per la didattica dell'italiano L2/LS

Cultura

Storia, tradizioni, cucina, curiosità e molto altro per conoscere meglio la cultura italiana.

Home » Recensioni

Recensione di Arrivederci! 1 e 2 di Edilingua

Inserito da

Arrivederci! 1 e 2 Corso multimediale di italiano per stranieri. Edilingua 2011

Arrivederci 1 e 2 è il nuovo corso multimediale di italiano per stranieri di Edilingua. Il primo corso è diviso in 2 volumi, di 12 unità ciascuno. Le unità sono abbastanza brevi, 8 pagine ciascuna, e permettono di procedere in modo lento e graduale, e presentano un approccio prevalentemente comunicativo (massimo rilievo è dato alle funzioni comunicative, la grammatica appare solo in posizione complementare e strettamente legata alle strutture comunicative).

Nella prima pagina di ogni unità viene introdotto il tema principale e il lessico relativo, con immagini e spesso testi audio, in modo da stimolare la curiosità degli studenti. L’unità vera e proprie consiste poi in 4 pagine di attività varie: dialoghi, attività di comprensione e produzione scritta e orale, esercizi per focalizzarsi su alcune funzioni comunicative della lingua. Gli elementi grammaticali strettamente legati nelle attività sono oggetto di tabelle e spiegazioni semplici e sintetiche, poste nelle colonne laterali al testo; in questo modo la funzione comunicativa non viene appesantita dall’analisi grammaticale, che avanza in modo progressivo e adatto ai contenuti. Segue poi una sezione chiamata L’Italia da vicino che presenta aspetti della cultura e della vita in Italia legati al tema trattato nell’Unità con materiali autentici e attività per stimolare il confronto interculturale. La sezione Ripassiamo contiene in modo chiaro e sintetico tutto gli elementi comunicativi e grammaticali affrontati nell’unità. Infine ogni unità si conclude con una sezione di autovalutazione (Cosa so fare) per stimolare un apprendimento consapevole da parte dello studente. Al termine di ogni 4 unità è presentata una sezione chiamata Facciamo il punto che offre attività ludiche per ripassare quanto appreso nelle unità precedenti. Al termine delle 12 unità c’è il Quaderno degli esercizi con attività di consolidamento e reimpiego di quanto fatto nelle diverse unità ed un Test finale simile alle prove delle varie Certificazioni di italiano L2. Infine è presente un’appendice grammaticale di tutti gli argomenti trattati nel libro, con spiegazioni chiare e sistematiche e numerosi esempi. Mancano le trascrizioni dei dialoghi.

Si tratta di un libro che avanza in modo lento e controllato, focalizzando l’attenzione in modo particolare sugli aspetti comunicativi e lasciando l’analisi degli aspetti grammaticali come attività complementare. L’ho ricevuto prima di partire per il Burkina ed è stato molto utile nelle lezioni con gli adulti: si trattava del personale che lavora con la ONLUS che mi ospitava, e sono interessati all’italiano soprattutto per motivi di lavoro. Rispetto agli studenti dell’università sono sottoposti a più stimoli linguistici (dal momento che sono venuti in Italia, o hanno a che fare con gli italiani per motivi di lavoro), ma possono dedicare meno tempo allo studio. Le unità didattiche di Arrivederci, brevi e focalizzate sulla comunicazione, si sono rivelate molto efficaci con questo tipo di studenti, che alla fine di ogni lezione erano in grado di svolgere un dialogo sull’argomento trattato, sentendosi in questo modo gratificati e soddisfatti. Inoltre le sezioni L’Italia da vicino offrono spunto per attività di confronto interculturale che sono in genere apprezzate.

Ecco alcuni brevi estratti

Arrivederci 1: indice, unità 1 ed esercizi.

Arrivederci 2: indice, unità 1 ed esercizi.

Inoltre registrandosi sul sito della casa editrice è possibile scaricare le guide, i glossari, le attività extra ed altri materiali ancora